top of page

Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto (EASI srl) vincono a Roma e sono campioni italiani con tre gare

Prima vittoria in una gara dello European Rally Championship e primo scudetto per EASI srl. Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto hanno vinto l’11° Rally di Roma Capitale e il Campionato Italiano Assoluto Rally con tre gare d’anticipo, qualcosa che non riusciva a un equipaggio da ben 34 anni: era il 1989 quando Dario Cerrato vinse l’Italiano per la terza delle cinque volte in carriera. Crugnola ce l’ha fatta dopo la vittoria di Roma, la quinta nei cinque rally che hanno aperto questo campionato.


Crugnola ha vinto tutte le sette prove speciali della prima giornata e si è ripetuto per due volte anche oggi, domenica, portando il bottino personale a nove sulle tredici prove in programma. Il titolo è arrivato grazie alla vittoria della prova inaugurale corsa davanti al Colosseo. Lì erano arrivati i tre punti assegnati dalla Power Stage dell’Italiano, ma soprattutto il varesino era riuscito a rifilare due punti a Giandomenico Basso: questo era un prerequisito fondamentale per chiudere il campionato con tre gare d’anticipo.


Durante la gara la lotta con il pilota trevigiano è stata lunga e dura, ma Crugnola ha saputo portarsi in testa guidando la classifica davanti anche a tutti i piloti dell’Europeo impegnati a Roma nella sesta gara della serie continentale. Basso domenica non è mai sceso sotto i 20 secondi di distacco rispetto al varesino che ha potuto festeggiare il terzo titolo in carriera, raggiungendo per numero di successi nel CIAR Gianfranco Cunico e “Tony” Fassina. Più vincenti di lui ci sono solo Arnaldo Cavallari, Giandomenico Basso (3 vittorie), Dario Cerrato (5 vittorie) e Paolo Andreucci (11 vittorie).



Comments


bottom of page